9 set 2014 - Filippo Della Latta: Innovazione nella preparazione fisica e mentale

Filippo Della Latta (preparatore atletico Tc Poggibonsi) ci racconta alcuni metodi innovativi nella preparazione fisica e mentale del tennista

da Grantennis Toscana


Filippo Della Latta è un preparatore atletico che fa parte dello staff di Formula Medicine, laureato in scienze motorie e specializzato in riabilitazione e rieducazione funzionale nello sport. Fa parte dello staff del Tecnico nazionale Nicola Ceragioli insieme all’istruttore classificato 2.3 Andrea Turini. Da qualche mese ha iniziato la sua nuova esperienza professionale presso il Tennis Club Poggibonsi.


Ciao Filippo, iniziamo a parlare della tua esperienza nello sport
Dall’età di 6 anni pratico Karate, che è la mia grande passione. In questi anni ho ottenuto buoni risultati a livello agonistico, tra cui due titoli italiani di categoria e la convocazione in nazionale per ben 7 anni consecutivi. Oltre a questo però ho sempre avuto un grande interesse per lo sport in generale, che mi ha portato una volta diplomato ad iscrivermi alla facoltà di scienze motorie presso l’Università di Pisa e dopo aver conseguito la laurea ad iniziare la mia attività lavorativa di preparatore atletico.

Quest’anno sarai il responsabile della Preparazione Atletica a Poggibonsi, ci descrivi il percorso lavorativo che ti ha portato qui...
Da quasi due anni collaboro con Formula Medicine, dove quotidianamente mi trovo a lavorare con piloti professionisti di tutti i livelli, dai ragazzini che corrono sui Kart, ai rallisti fino alla Formula 1. Parallelamente a questo, il Dr. Ceccarelli mi ha dato l’opportunità di collaborare con Nicola Ceragioli presso il CT Lido di Camaiore e da li è iniziata la mia esperienza nel Tennis, che mi ha portato qui a Poggibonsi.

Quali sono state le tue impressioni sul Tennis Club Poggibonsi?
Fin dal primo giorno ho percepito un’atmosfera molto positiva: grande disponibilità da parte dei soci e dei responsabili della scuola, che stanno cercando di mettermi nelle condizioni di lavorare al meglio, e un bel gruppo di ragazzi che trasmettono molta positività. Le basi per creare un qualcosa di positivo ci sono tutte.



In questi mesi al circolo ci raccontano che hai portato attrezzature che al circolo non si erano mai viste…
Collaborando con Formula Medicine ho a disposizione moltissimi strumenti, dai cardiofrequenzimetri all’Optojump, dalla Tavoletta Propriocettiva computerizzata alle Fitlight, che cerco di utilizzare periodicamente per allenare e valutare i ragazzi. Le strumentazioni inoltre risultano molto stimolanti per i ragazzi, che vedono oggettivati i loro risultati e questo li porta ad esternare il loro spirito competitivo e a dare il massimo.

L’inizio dell’attività 2014/15 è alle porte, come si svolgeranno le prime fasi della preparazione?
Inizialmente effettuerò le valutazioni fisiche con lo scopo di farmi un’idea ben precisa di quella che è la condizione fisica di ogni singolo ragazzo. In pratica si tratta di una batteria di test standard, accompagnati da altri specifici per il tennis che ho sviluppato in collaborazione con Formula Medicine. Dopo questa fase valutativa inizieranno gli allenamenti veri e propri.

Hai già pensato a come programmare gli allenamenti?
Certamente. Un tennista per competere ad alto livello deve essere forte, veloce e resistente. Posso quindi affermare che da un punto di vista fisico gli allenamenti devono essere atti in primis a migliorare la resistenza alla forza veloce. La cosa importante è “somministrare” i giusti carichi ed esercizi corretti che risultino funzionali ed allenanti per questa disciplina sportiva. Contemporaneamente a questo è importante porre molta attenzione alla prevenzione degli infortuni e lavorare sulla core stability, ad esempio con allenamenti a circuito in cui sono presenti esercizi di forza su piani instabili.



Altri progetti per il futuro?
Sto cercando di creare un saldo collegamento tra Formula Medicine e il Tennis club Poggibonsi per sviluppare sinergie innovative anche in campo tennistico. Come primo step organizzeremo una giornata a Viareggio presso la struttura, in cui i ragazzi saranno sottoposti alle valutazioni mentali di base, al file di analizzare le singole caratteristiche psicologiche. Questo ci permetterà di sviluppare un programma di lavoro personalizzato che prevede una componente di Mental Training anche nelle sessioni di allenamento su campo, visto che la nostra specialità è proprio quella di allenare contemporaneamente sia le risorse fisiche che mentali. Senza una efficiente “centralina elettronica” infatti anche il motore più potente è destinato a perdere.


_______________________________________________________________________

Il Dr. Riccardo Ceccarelli, fondatore di Formula Medicine, è il medico che vanta la più lunga esperienza in F.1, essendo stato presente a circa 400 G.P. lavorando per più di 75 piloti di F.1 e 15 Teams. Grazie ai risultati di 20 anni di studi e ricerche innovative, il Dr. Ceccarelli, essendo stato un discreto tennista in età giovanile, ha intuito le analogie che esistono tra due sport apparentemente distanti ed ha cominciato quindi ad applicare sperimentalmente il suo know-how anche in questa disciplina.


Per precisione l’inizio dell’avventura tennistica di Formula Medicine risale alla fine del 2006 con due “cavie” ventenni, Matteo Marrai e Walter Trusendi, che in quel periodo nel ranking mondiale erano collocati ben oltre la 1000esima posizione.
Alla fine del 2008, dopo due anni di lavoro con l’equipe di Formula Medicine, Matteo era risalito al n.282 e Walter al 299. I brillanti risultati ottenuti, superiori a qualsiasi aspettativa, hanno spinto Formula Medicine ad impegnarsi ulteriormente nel tennis collaborando anche con due coach italiani di prestigio, come Riccardo Piatti, artefice dei successi di tanti tennisti professionisti tra i quali Liubicic e Massimo Sartori, allenatore di Andreas Seppi.


Nel 2012 l’esperienza di Formula Medicine nel tennis si estende grazie alla collaborazione con un altro tennis coach, Nicola Ceragioli, che nonostante la giovane età vanta già una lunga esperienza nel tennis agonistico. In questo caso l’attenzione si concentra principalmente sulle giovani promesse del tennis, per i quali riveste un fattore fondamentale non solo una preparazione adeguata ma anche e soprattutto l’educazione verso una cultura da atleta. Quest’ultimo aspetto rappresenta proprio uno dei punti di forza di Formula Medicine, una struttura unica nel suo genere per la sua completezza, avendo al suo interno tutti e tre i reparti necessari nello sport, Medico Mentale ed Atletico, e la presenza costante di una equipe che lavora quotidianamente in piena sinergia, composta da medici, psicologi, preparatori atletici, fisioterapisti e nutrizionisti.




Per queste prerogative Formula Medicine è in grado di offrire un’assistenza a 360° difficilmente eguagliabile, fatta di periodici controlli medici, di programmi di preparazione atletica personalizzati con l’ausilio di moderni strumenti e di un allenamento mentale unico ed esclusivo. Grazie proprio alle tecnologie ed alle metodologie innovative contenute nel “Mental Economy Training”, Formula Medicine è in grado di eseguire un accurato profilo psicofisiologico dell’atleta, dimostrando con l’oggettività dei numeri i suoi punti di forza e soprattutto i suoi punti deboli, e sviluppando un programma personalizzato finalizzato a migliorare, oltre agli specifici punti critici, anche le performance mentali, la capacità di concentrazione e la gestione dell’ansia. In altre parole Formula Medicine è in grado di allenare il cervello dell’atleta, aumentandone le performance e riducendone il dispendio energetico, con un indubbio vantaggio in una disciplina sportiva che richiede, oltre ad un impegno fisico massimale, anche un elevatissimo carico di lavoro mentale.


Questo programma è interamente svolto con valutazioni ed allenamenti costantemente oggettivati e quindi non è soggetto ad improvvisazioni soggettive, cosa purtroppo frequente nel mondo dello sport. L’atleta ha quindi la possibilità di “sperimentare in laboratorio” le tecniche che
gli possono dare i migliori benefici e dopo averle assimilate, verificandone il beneficio, potrà applicarle con naturalezza anche sul campo.


  maggiori informazioni su http://www.formulamedicine.com/it/


  pubblicato anche su Facebook